OneDream

Il blog felice
Der Blog vom Glück
The happy blog

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
2bruchi

2bruchi

2bruchi non ha ancora inserito la sua biografia

Inviato da il in NUOVI ORIZZONTI

b2ap3_thumbnail_pale-blue-dot.jpg

« Da questo distante punto di osservazione, la Terra può non sembrare di particolare interesse. Ma per noi, è diverso. Guardate ancora quel puntino. È qui. È casa. È noi. Su di esso, tutti coloro che amate, tutti coloro che conoscete, tutti coloro di cui avete mai sentito parlare, ogni essere umano che sia mai esistito, hanno vissuto la propria vita. L’insieme delle nostre gioie e dolori, migliaia di religioni, ideologie e dottrine economiche, così sicure di sé, ogni cacciatore e raccoglitore, ogni eroe e codardo, ogni creatore e distruttore di civiltà, ogni re e plebeo, ogni giovane coppia innamorata, ogni madre e padre, figlio speranzoso, inventore ed esploratore, ogni predicatore di moralità, ogni politico corrotto, ogni “superstar”, ogni “comandante supremo”, ogni santo e peccatore nella storia della nostra specie è vissuto lì, su un minuscolo granello di polvere sospeso in un raggio di sole. La Terra è un piccolissimo palco in una vasta arena cosmica.

Pensate ai fiumi di sangue versati da tutti quei generali e imperatori affinché, nella gloria e nel trionfo, potessero diventare per un momento padroni di una frazione di un puntino. Pensate alle crudeltà senza fine inflitte dagli abitanti di un angolo di questo pixel agli abitanti scarsamente distinguibili di qualche altro angolo, quanto frequenti le incomprensioni, quanto smaniosi di uccidersi a vicenda, quanto fervente il loro odio. Le nostre ostentazioni, la nostra immaginaria autostima, l’illusione che noi si abbia una qualche posizione privilegiata nell’Universo, sono messe in discussione da questo punto di luce pallida. Il nostro pianeta è un granellino solitario nel grande, avvolgente buio cosmico. Nella nostra oscurità, in tutta questa vastità, non c’è alcuna indicazione che possa giungere aiuto da qualche altra parte per salvarci da noi stessi. La Terra è l’unico mondo conosciuto che possa ospitare la vita. Non c’è altro posto, per lo meno nel futuro prossimo, dove la nostra specie possa migrare. Visitare, sì. Colonizzare, non ancora.

Che ci piaccia o meno, per il momento la Terra è dove ci giochiamo le nostre carte. È stato detto che l’astronomia è un’esperienza di umiltà e che forma il carattere. Non c’è forse migliore dimostrazione della follia delle vanità umane che questa distante immagine del nostro minuscolo mondo. Per me, sottolinea la nostra responsabilità di occuparci più gentilmente l’uno dell’altro, e di preservare e proteggere il pallido punto blu, l’unica casa che abbiamo mai conosciuto. »

 

...
Visite: 1806
0

b2ap3_thumbnail_slide_328693_3198734_free.jpg

Visite: 24424
0

Inviato da il in VIVERE CON PASSIONE

b2ap3_thumbnail_Senza-titolo-1.png

 

Diceva Marc Twain”Che strano, tutti parlano del tempo ma nessuno fa niente per cambiarlo”.
Temo invece che dai e dai ci siamo riusciti a cambiarlo. 
Ora che ne sappiamo di più sulla meteorologia, sul clima, sull'effetto serra, di quanto se ne sapeva nel XIX secolo, diventa difficile continuare a pensare che non possiamo farci niente.
È un problema grosso. È talmente grosso che rischia di travolgerci. Ma cosa può fare un singolo individuo di fronte ad un cambiamento globale del clima? Cosa possiamo fare tu ed io per fare la differenza? 

I problemi che noi abbiamo creato in una generazione non basterà un'altra per risolverli. Però oggi possiamo almeno essere più consapevoli delle conseguenze delle nostre piccole e grandi scelte quotidiane. Imparare a pensarci, anche nei nostri più semplici gesti quotidiani e provare, con il nostro esempio, ad educare le nuove generazioni ad un diverso stille di vita.

Non più nel nostro interesse ma nel loro.

Visite: 2355
0

Inviato da il in PAROLE BELLE

b2ap3_thumbnail_kintsugi.png

 

Quando i giapponesi riparano un oggetto rotto, valorizzano la crepa riempiendo la spaccatura con dell’oro. 
Essi credono che quando qualcosa ha subito una ferita ed ha una storia, diventa più bello. 
Questa tecnica è chiamata "Kintsugi."

 

Visite: 2313
0